Il Viaggio Testo

Testo Il Viaggio

Monti e vastità cime nere che
sono un letto per fachiri
io più volte li ho incontrati
nelle notti scure e ostili

Gente in festa c'è muta e immobile
visi al lume di candele
Luoghi colmi di profumi
tristi e aspri come fiele

È un viaggio stravagante
Sempre uguale in apparenza
Non c'è nulla di diverso
sempre uguale la sostanza

È un viaggio stravagante
Ma c'è molto di diverso
se declino l'invito allo spavento
volge al bello l'apparenza

Fiumi e siccità trovo un po' più giù
intravedo i macchinari
che lavorano e sferragliano

per estrarre sabbia nera
Presto l'aria sa di erba e umidità
un rumore assordante

È la piena che mi travolgerà
apro gli occhi e mi convinco

Che è un viaggio stravagante
Sempre uguale in apparenza
Non c'è nulla di diverso
sempre uguale la sostanza

È un viaggio stravagante
Ma c'è molto di diverso
se declino l'invito allo spavento
volge al bello l'apparenza
Copia testo
  • Guarda il video di "Il Viaggio"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più