Costruire Per Distruggere Testo

Testo Costruire Per Distruggere

Alle sette e meno dieci arriverà
per un'auto così grossa il varco è qua
le sirene già mi laceran le idee
E la puzza di benzina mette sete

Nei corridoi i nervi e i servi tesi
e pure l'han provata per dei mesi
vergini ballano perché ora manca poco
e io ripenso ancora a come fare fuoco

Sarà bellissimo fare parte della gente senza
appartenere a niente mai
no no no no no noi

Siamo fermi qui a guardare verso il niente
siamo pubblico che spia un'incidente
perché il mondo a cui appartengo è già invecchiato
e mi accarezza anche il ricordo di un nemico
che bacerà la mano che lo abbatterà
liberandolo dal quel che è diventato
un pupazzo nelle mani di un'amore mai provato per
la gente che ti adora per la causa che non hai mai
sostenuto

Sarà bellissimo fare parte della gente senza
appartenere a niente mai
no no no no no io

no no no non neanche a dio
no no no non neanche a dio


La folla ormai è davvero inferocita
quegli stessi che giurarono nascondono le dita
ficcandole nel culo della vita
e sputare tutti addosso al loro mito
che è la causa della loro schiavitù
dall'amore che provavano per lui
Che è il perché del loro cuore non pulito il loro incubo
abortito la carne che va macellata qualcosa poi
dovrà accadere

Cadremo tutti e poi sarà il piacere
cadremo tutti e poi festeggeremo
la liberazione dal nostro dovere
costruire per distruggere
costruire per distruggere

una lunghissima lunghissima lunghissima rincorsa
e finalmente poi
e finalmente poi poter morire
Copia testo
  • Guarda il video di "Costruire Per Distruggere"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più