Ali Babà Nella Jungla Testo

Testo Ali Babà Nella Jungla

Nasce la JovaTV, il primo canale televisivo web dedicato e realizzato da Lorenzo Cherubini
Scarica la suoneria di Ali Babà Nella Jungla!
Guarda il video di "Ali Babà Nella Jungla"

Nella jungla infernale, totalmente devastata dal veleno artificiale, dove l'acqua è inquinata

e la pioggia colorata, la legge accecata, dove nulla ha più sapore, chi non ha i soldi muore,

c'è una banda di banditi, così vengono chiamati, perché hanno rifiutato questa legge, questo stato,

chi li chiama avventurieri e chi invece guerriglieri, attivamente ricercati, nella jungla ben nascosti,

per potere andare avanti, perché i debiti erano tanti, un traffico di erbe non poteva più bastare;

ma l'acqua era pulita vicino al nostro accampamento, sussistevano poi gravi problemi di finanziamento.

E tra quelli che non avevano padroni, c'era un ragazzo si chiamava Ali Babà

E la notte avevano mille canzoni, per le stelle e per chi le ascolterà.

La jungla poi divorerà chi non si difenderà

Ma una banda di ladroni, erano quaranta i padroni della jungla inquinata, totalmente devastata,

rubavano la terra, ammassavano quintali di tesori naturali per poi vendere la guerra

senza lasciare niente ai locali, povere gente, indios mal pagati, operai incatenati,

per poterci controllare e per non perdere il potere poi dovevano pagare la polizia e le pantere;

ma gli studenti emarginati, sindacalisti alienati quando erano occupati venivano sempre imbrogliati

dai prezzi troppo cari , erano senza energia, dalle centrali nucleari erano fuori sintonia.

E tra quelli che non avevano padroni, c'era un ragazzo si chiamava Ali Baba'

E la notte avevano mille canzoni, per le stelle e per chi le ascolterà.

La jungla poi divorerà chi non si difenderà.

Ali Babà ebbe un'idea, disse: "Bisogna tentare!" e in un assemblea disse "Bisogna reagire!

Devo conoscere il segreto che ci aprirà le porte del tesoro del padrone, l'oro che lo rende forte"

Passava per la jungla allora una carovana, una fila lunga lunga una cosa disumana,

Ali Babà nascosto riuscì ad infilarsi e filato come un razzo poi entrò dentro il palazzo

dove i quaranta padroni avevano i milioni, dove comandava un tizio, tal Paperon de Paperoni.

Lì imparò ad ascoltare, a vedere, a non parlare e il piano fu completo quando un dì ebbe il segreto.

E fra quelli che non avevano padroni, c'era un ragazzo si chiamava Ali Baba'

E la notte avevano mille canzoni, per le stelle e per chi le ascolterà.

La jungla poi divorerà chi non si difenderà.

Da quel giorno il movimento si risollevò e con i soldi dei padroni altre armi comperò

E la lotta nella jungla riuscì ad andare avanti, con l'unità degli sfruttati, i problemi furono superati.

Scarica la suoneria di Ali Babà Nella Jungla!
Lascia un commento