Metto Su Un Cd Testo

Testo Metto Su Un Cd

Vasco Rossi, il Live Kom ‘016 parte da Lignano Sabbiadoro
Metto su un cd
per non ascoltare più
il silenzio del mio monolocale.
Non è uguale, è vuoto senza di te
quanto spazio inutile.

Metto su un caffé
ma non viene bene
lo facevi te con me che a me non mi riesce niente.
Dimentico le luci accese
non trovo le mie cose
invento scuse per non uscire.
E io non so cos'è…

Se c'è un nome o una definizione
per la condizione strana in cui mi trovo
tu nel mondo ed io da solo e so…
che non posso stare
che non posso stare
senza uscire come quando fuori è freddo inverno
mi guardo intorno e non so…
che cose fare.

Metto in ordine
le cose che ho nella testa
quelle che ti vorrei dire.
Guardo il telefono cercando un aiuto
ma lui rimane muto
e ho solo il muro con cui parlare.
E io non so cos'è…

Se c'è un nome o una definizione
per la condizione strana in cui mi trovo
tu nel mondo ed io da solo e so…
che non posso stare
che non posso stare
senza uscire come quando fuori è freddo inverno
mi guardo intorno e non so…
che cose fare.
Guardo la tv un minuto
apro il frigo e lo richiudo
sto come un bambino che è in castigo e tiene il muso
che prova a leggere, e rimango un'ora sulla stessa pagina
lei neanche se lo immagina che
metto su un cd
per non ascoltare più…

E io non so cos'è…
Non so cos'è…
Se c'è un nome…
Qual è il nome?…
Qual è il nome?…


E io non so cos'è…
Non so cos'è…
Se c'è un nome…
Qual è il nome?…
Qual è il nome?…

E io non so cos'è…
Non so cos'è…
Se c'è un nome…
Qual è il nome?…
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.