Tristi Giorni Testo

Testo Tristi Giorni

Fabio Rovazzi: arriva l’accusa di plagio
  • Guarda il video di "Tristi Giorni"
Tristi giorni, la luce è una spia
caduta ostaggio
di respiri scavati in un'eternità di cenere.

Ma il sangue è vivo e scuote i piedi
e non sarà un mare che lo fermerà.
Ancora vivo, ancora in piedi,
no non sarà il male che mi fermerà!

Tristi giorni, avrai cura di me
tra Stige e fiamme?
Dall'abisso agitato dell'eternità, nessuno va via.

Ma il sangue è vivo e scuote i piedi
e non sarà un mare che lo fermerà.
Ancora vivo, ancora in piedi, no non sarà il male che mi fermerà.
  • Guarda il video di "Tristi Giorni"
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.