Una Domenica Notte Testo

Testo Una Domenica Notte

Fabio Rovazzi: arriva l’accusa di plagio
  • Guarda il video di "Una Domenica Notte"
Sono le quattro del mattino,
guardi la tv,
abbracciato ad un cuscino,
che cos'è che vuoi di più?
Lei che dorme lì al tuo fianco,
chissà cosa sta sognando.
Le accarezzi un po' i capelli,
poi cerchi il telecomando.

E la conosci questa sensazione,
questo senso di vuoto senza una ragione.

C'è un frigorifero più grande,
ma la bottiglia è sempre quella lì,
sembra una moglie paziente
che non ti rinfaccia mai niente
e non ti chiede "Dove sei stato? Cosa hai fatto?".
La trovi sempre lì,
fra una carota e una cipolla,
ti dice "Amore, vieni a prendermi".

E la conosci quella tentazione,
quella voglia di fuggire senza una ragione.

La-La-La-La-La...

Ed hai lasciato quel pacchetto
dentro alla valigia blu.
Avrai smesso cento volte,
cento volte e adesso una in più.
E c'è gente che lavora
aspettando un altro lunedì,
mentre il cielo si colora
e riesce anche a sorprenderti.
Perchè quest'alba è una benedizione,
è un bacio, una carezza, una consolazione.

La-La-La-La-La...

Te ne ritorni a letto,
spegni la tv.
Lei si poggia sul tuo petto,
che cos'è che vuoi di più?

E la conosci bene questa sensazione,
è una specie di ottimismo
senza una ragione.
  • Guarda il video di "Una Domenica Notte"
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.