El Fantasma Del Laac Testo

Testo El Fantasma Del Laac

Viagi'n söl làac,
cumè una musca'n söl vedru,
vo' inanz e indrèe
de Belàas a Buvedru,
e viagi sö i stràad
e viagi de'n pèzz
stremissi i dunètt
de Cadenabia a Tremèzz...

Ooh aah, sunt el fantasma del làac...

Ho vedü la guera,
ho vedü i partigian,
e quel che hann cupàa
lé sura Azàn,
e viagi nel veent
e se grati una bala
stanòcc a durmìi
resterò pö giò a Sala...

rit...

Sun mort tresent voolt
e sunt gnamò in pàas
e me pias cùreg adrèe
ai tusanètt de Dumàas.
Però ogni tàant,
me vègn ancà'l magòn
e caragni un pezèet
giò in riva a Culònn...

rit.

E me curen adrèe
i carbinier de Argegn
i vören saràmm
in una casa de lègn,
e me curen adrèe
i finanzier de Nubiàll
e me ghe disi
de menga rump i bàll.
E me curen adrèe
anca i fràa de Piona
i m'avran scambià
per una quai Madona,
e scapi via
senza parabrezza
me tuca cambià làac
e finisi sö a Purleza...

rit.
Copia testo
  • Guarda il video di "El Fantasma Del Laac"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più