Spara Giuvann Testo

Testo Spara Giuvann

Desmett de vardamm,
se fidi de nissön
e vardi i to' öcc cumè una television,
m'hann insegnà cumè se fa a scapà,
cumè se fa a picà, cumè se fa a cupà.
Ho mai vedü na turta,
m'hann mai fa' un basen,
ho sempru fa' la guera
de quand s'eri penen,
giò nela palta, giò nela tera,
aqua, sang, neef e guera, guera, guera...

Strengevi i deenc, rabius cumè'n can
e me diseven:
"Spara, spara, spara Giuànn!".
Crepaven i amis, pasaven i ànn
e me diseven:
"Spara, spara, spara Giuànn!".

Ho cargà'l füsil,
ho stapàa na bumba a mann
te do tri menut, te lassi nan,
capissi mia cusa cazzo g'hann
de segutà a vusà:
"Spara, spara, spara Giuànn!".

Ma adess che se giri,
e svolzen lur i mann
e disen:
"Fermu,fermu, spara mea Giuànn!".
Ma adess ch'i me' öcc
i henn piö tant san,
me vusen:
"Fermu,fermu, spara mea Giuànn!"
Copia testo
  • Guarda il video di "Spara Giuvann"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più