Momento Delicato Testo

Testo Momento Delicato

Jovanotti e Ramazzotti a Napoli: omaggio a Pino Daniele
Vuoto nel cuore,
ma dove sei finita tu
dentro al pigiama,
ormai non reagisco più

La mia vita è una prigione sai
porte aperte ma non esco mai
é un momento delicato,
un destino incattivito
o i cattivi siamo stati noi

Ho baciato un altro uomo sai
vuoto nel cuore
ho capito che così non va
ma dove sei finita tu
é un momento delicato
qualche cosa è già cambiata
o sciupiamo qualche cosa noi

Che peccato, che peccato
questa casa è un magazzino abbandonato,
desolato sopra a un muro scritto
accidenti a te

É sempre Settembre
questa luce opaca non scalda più
morde l'orgoglia
chiedo scusa ma per primo tu
é un momento delicato,
un destino incattivito
o i cattivi siamo stati noi

Che peccato, (mi dispiace tanto) che peccato (hai capito o no)
questa casa è un magazzino abbandonato,
desolato sopra a un muro scritto
accidenti a te
desolato sopra a un muro scritto
accidenti a te