La Cera Squaglia Testo

Testo La Cera Squaglia

La cera squaglia
dateci da bere
a noi che ci illudiamo d'esser peccatori santi
macchie di vernice
sulla ceramica del cesso
chi ha avuto ha avuto e chi ha perduto fa lo stesso
la cera squaglia
macchia la tovaglia
e carica la voglia
in questa arena trafelata
vischeri citrulli
barbonate situazioni
curvi sulla parra
cambia mira con la birra

la cera squalia
dateci da bere
a noi che ci illudiamo d'esser peccatori santi,
santi
la cera squalia
valeriano ha gi una figlia
lo saluta contro voglia
dice:"non glie piace blus"
ma il tempo stringe
tra femmine dipinte
intossicate dalle pinte
che non sanno mai tener

la cera squaglia
dateci da bere
a noi che ci illudiamo d'esser peccatori santi

la cera squalia
è tutta una rovina
ti acchiappa per il baffo
e ti rinchiude giù incantina
la notte va richina
e noi che ci illudiamo
noi che ci illudiamo
d'esser peccatori santi
Copia testo
  • Guarda il video di "La Cera Squaglia"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più