L'orazio Pazzo Testo

Testo L'orazio Pazzo

(Mannarini/Galeandro/De Palma)
Chissà se mi ricorderà prima di morire,
chissà se penserà ai giorni nel fienile.
A voi che mi rubaste l'unica felicità,
Orazio vi ucciderà!
A voi, che mi rubaste il bue,
dico a voi!
Com'era bello Orazio, pezzato bianco e nero,
quando muggiva sembrava parlasse per davvero.
Ed ora vago triste per le vie della città,
pensando a quei momenti di bovina intimità.
A voi, che mi rubaste il bue,
dico a voi!
A vendicare il furto ci ha pensato il fato,
i ladri non sapevano che Orazio era malato:
passato da una stalla dentro una lattina,
il mucco diventò veleno in gelatina.
A voi, che mi rubaste il bue,
dico a voi!
Copia testo
  • Guarda il video di "L'orazio Pazzo"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più