1940 Testo

Testo 1940

Mia madre aspetta l'autobus,
nell'estate cominciata da poco
e il mattino la veste di bianco.
E la gente che legge i giornali
sta parlando dell'uomo coi baffi,
l'altro ieri è arrivato a Parigi.
E la gente cammina eccitata,
sta ridendo e pensando al domani,
partiranno con gioia anche loro.
I soldati bevono birra
e corteggiano donne francesi.
Non è vero che siano diverse.
Cosa importa se sono lontani
dai cortili che li hanno cresciuti,
oramai questa terra è loro.
E cantando, attraversano il ponte
che fra un poco faranno saltare ed il...

Copia testo
  • Guarda il video di "1940"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più