Sono Tuo Testo

Testo Sono Tuo

Fabio Rovazzi: arriva l’accusa di plagio
  • Guarda il video di "Sono Tuo"
È facile per me vederti ancora,
accanto ai nostri fiori e al nostro vino.
Le labbra un po' socchiuse
e un'aria troppo ingenua,
è facile per me pensare che eri strana.
E che te ne sei andata
perchè l'ho voluto io,
ma dove sei stanotte amore mio.
Ho visto un grande ponte
in riva a un grande mare,
se uno lo attraversa
non può più ritornare.
Un cieco mi ha strillato di averti vista lì
ma io non posso credere che fossi proprio tu.
Dobbiamo bere ancora,
insieme tu ed io,
ma dove sei stanotte amore mio.
Seduto a un'osteria,
un efebo sospetto,
beveva vino rosso sporcandosi il colletto,
ma mi hanno confidato
che era Rodolfo Valentino.
Voleva ritrovarti ubriacandosi di vino,
ma l'han buttato fuori
perchè non credeva in Dio,
ma dove sei stanotte amore mio.

  • Guarda il video di "Sono Tuo"
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.