Non Est Fas Respicere Testo

Testo Non Est Fas Respicere

Dai monti alla marina,
dai boschi alle radure,
il vento portava un'eco lontana.
Lasciammo le nostre case,
partimmo in fitte schiere,
Il vento portava un'eco lontana.

Lasciai con te il mio sorriso.

La strada risuonava
dei passi e le canzoni.
Le donne alle finestre piangevano stupite,
E l'aria profumava
di pioggia e di battaglie.
Le donne alle finestre piangevano stupite.

Non si può più guardare indietro.
Non est fas respicere...
Copia testo
  • Guarda il video di "Non Est Fas Respicere"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più