Dillo Testo

Testo Dillo

Mò, che chiagne a fa, fernesce ca, sta recita, mò nun t'azzarda a me accusa nun c'e pruvà, tanto ossai ca nun'aggio sbagliat, tu nun te pò chiu giustificà....rit: dill ca mo ce sta n'ate ca ormai appartengo o passat, comme a nu jeans già usato ca tu e vulut cagnà, dill ca già ce si state ca dopp e me t'ha spugliat, nun me mbruglia che parol l'aggio capito pecché, quann te cerco sei indifferente, me vote e spall, nun prov niente, e pò cu 100 mila scus va a firni sempe comme vo tu...Mò che vo aspettà a porta è la vire chi a fa, mò veco int'a te mille pecché ma è tardi già, tanto ossai ca nun aggio sbagliat tu nun te può chiu giustificà....rit: dill ca mo ce sta nat, ca ormai apparteng o passat, comme a nu jeans già usato ca tu e vulut cagnà, dill ca già ce si state ca dopp e me t'ha spugliat, nun me mbruglia che parol l'aggio capito pecché, quann te cerco sei indifferente, me vote e spall, nun prov niente, e pò cu 100 mila scus va a firni sempe comme vo tu...Quanne te cerco sei indifferente, me vote e spall, nun prov niente, e po cu 100 mila scus va firnì semp comme vo tu...




Copia testo
  • Guarda il video di "Dillo"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più