Caro Renato Testo

Testo Caro Renato

Caro Renato,
n'ata fenesta a Napule se nchiuse
te ne sì ghiut'ajerì all'improvviso
a Dio nun ll'e vuluto fa aspettà.

Caro Renato,
nu sacc e cose ce rimast'e te
e so ricorde fatte sul'e musica
'e te nun ce putimme maie scurdà.
sti note parlano pare che chiagnene
se ne so accorte ca nun staie sunnanno tu.

E mo staie llà, staje cammenanno nzieme cu Totò
tutt'elegante stev'a t'aspettà
pecchè stev arrivanno mparadivo
natu piezzo 'da città
e mo staie llà, stanno sunanno ll'angele cu tte
'nanz'a nu pianoforte ncopp'e nuvole
e pure Dio te vo sentì e cantà.
Io stongo ccà, parlann'e te
tu ca staie llà salutame a mammà
Copia testo
  • Guarda il video di "Caro Renato"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più