Li'e Vulute Tu Testo

Testo Li'e Vulute Tu

Marco Carta sarà un naufrago dell'Isola dei Famosi 2016
Na muntagna 'e lacrime int'all'uocchie
piglia 'o posto de' parole,
mentre sto giuranno quasi a n'ora:
"Stev' a casa ajer' sera".
Si nun ce tenesse cchiù comme staje
dicenn' tu nun tenesse ll'uocchie 'nfuse peggio
'e tte'.
Comme a na tempesta all'improvviso,
accussì si accumparut', nun si maje sicur'e
chist'ammore, te facesse na mazziat'.
Nun è 'o ver' ca so asciut', forse m'er'
già addurmut'
e m'aggiu scurdat'e te telefonà.
Ll'e vulute tu che pozz' fa,
nun ce l'aggiu fatt' a me fermà,
e fa finta che era una carezza fatta
solo un po' più forte primma 'e te putè abbraccià.
No, nun sto cercann' e me scusà,
ma nu schiaffo se po' perdunà,
specie quann' chi te l'ha vennut'
è nu pazz' 'nnammurat' che nun se vò appiccecà.
Crirereme vulesse chiagnere
pe putè sentere chell' che sient' tu.
Guardem', jamme perduonem',
chella carezza mò fammella pure tu.
Io te dico sempe tutt' cos' ma pecchè nun me crerut',
pure 'e suonn' che me faccio 'a notte
nun mi teng' annascunnut'.
Fors'io song' cchiù gelus' 'e quann'
tu vuò fa 'a gelos', ma te crer' si me dici
'a verità.
Ll'e vulute tu che pozz' fa,
nun ce l'aggiu fatt' a me fermà,
e fa finta che era una carezza fatta
solo un po' più forte primma 'e te putè abbraccià.
No, nun sto cercann' e me scusà,
ma nu schiaffo se po' perdunà,
specie quann' chi te l'ha vennut'
è nu pazz' 'nnammurat' che nun se vò appiccecà.
Crirereme vulesse chiagnere
pe putè sentere chell' che sient' tu.
Guardem', jamme perduonem',
chella carezza mò fammella pure tu.

Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.