L'osteria Del Blues Testo

Testo L'osteria Del Blues

Ventilatori spenti
Odore di tabacco
Al tavolo giù in fondo bestemmiano di brutto
E sbattono le carte sul legno consumato
Un asso di bastoni la mossa decisiva

In cima allo sgabello mi sento appesantito
La brocca è mezza vuota
Il vino era discreto
È pessimo l’umore dell’anziano proprietario
Scarseggiano i clienti
L’incasso è sotto zero

Nell’angolo in disparte appare un’ombra per me
Vestito di gessato guarda verso di me

Sotto il cappello la pelle è nera
I denti avorio sorridono di più
Legato alle ginocchia ha un pianoforte a coda
E dentro ad ogni tasto la musica è sovrana
Mi dice di aver fatto milioni di serate
Si chiama Gallo George e chissà quante ne ha passate
Mi dedica una tipica canzone di New Orleans
E ci si butta con il cuore

Sapore di blues
Sapore di blues
Sapore di blues all’osteria del blues
Copia testo
  • Guarda il video di "L'osteria Del Blues"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più