Dialogo I Testo

Testo Dialogo I

Voce fuori campo:] Chi sei?
[G:] Mah, non so.
[Voce fuori campo:] Chi sei?
[G:] Sono un non so.
[Voce fuori campo:] L'ironia è un'arma della borghesia. Chi sei?
[G:] Sono... sono uno che scrive.
[Voce fuori campo:] Ah, sei un poeta!
[G:] Beh, chiamami come ti pare.
[Voce fuori campo:] Un poeta rivoluzionario?
[G:] Sì, rivoluzionario.
[Voce fuori campo:] E di cosa parli?
[G:] Parlo dell'uomo, dei suoi rapporti, dell'amore, parlo di un albero...
[Voce fuori campo:] Ah, di un albero, ero lì che ti aspettavo! Ma non lo sai che parlare di un albero in tempo di rivoluzione è come tradire la rivoluzione?
[G:] C'è la rivoluzione?
[Voce fuori campo:] Non fare lo spiritoso! Parlavo dell'impegno, dell'impegno ideologico.
[G:] Questa l'ho già sentita.
[Voce fuori campo:] L'hai già sentita ma non l'hai imparata.
[G:] Non è che non l'ho imparata, è che a me non interessa il cervello che va, va, chissà dove... deve passare di qui, dentro. È l'istinto che mi interessa, lo stomaco!
[Voce fuori campo:] Ah, lo stomaco, ero lì che ti aspettavo!
[G:] Eh ma tu mi aspetti sempre da tutte le parti!
[Voce fuori campo:] Per forza, fai ancora il discorso sui sentimenti, sui dolori... lo so dove vuoi arrivare. Ma credi veramente di servire a qualcosa?
[G:] Mah, non so. Servo a qualcosa? Dite, ditelo voi, servo a qualcosa?... non dicono.
[Voce fuori campo:] Non servi a niente! Sei un poeta borghese. Ti rinchiudi in te, non riesci a tirare fuori un'idea, modificarla, cambiarla.
[G:] Un'idea, modificarla, cambiarla, elaborarla... ci vuole mica tanto! È cambiarsi davvero, è cambiarsi di dentro che è un'altra cosa!
Copia testo
  • Guarda il video di "Dialogo I"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più