Crotone Testo

Testo Crotone

A Crotone, a Crotone, c'è Pitagora e Milone,
c'è l'arancia coi limoni e l'amianto nei polmoni.
C'è un sacco di veleno infiltrato nel terreno,
dove sorgono le scuole, e i bambini stanno al sole;
i bambini sull'amianto, e le madri con il pianto,
i bambini innocenti vittime dei prepotenti.
Che peccato!, che peccato!, che abbia solo scaricato,
tonnellate, tonnellate, di veleno in mezzo al prato.
La bonifica che aspetta e la gente che si infetta,
che si prende un bel tumore a vent'anni già si muore!

Sentiva--- l'odore d'uovo marcio,
durante i pomeriggi di partite a calcio.
E mi sentivo male, per quella fabbrica...!
Ma quando vado a Sud, lo trovo tutto a Sud,
in questo grande Sud, il mondo è tutto al sole.
E quando guardo il cielo lo vedo blu,
e quando vado al mare io non capisco più.

A Crotone, a Crotone, la Madonna in processione.
La Madonna però è nera, e rivolge una preghiera.
Dal casale, a Bagnoli, da Taranto a Crotone:
criminali della morte tutti quanti in prigione.
Ma Crotone non s'arrende, si rivolge al presidente.
Il presidente fa il coniglio e non da nessun consiglio.
In catene - il capo di stato - il presidente era sbagliato.

Sentiva--- l'odore d'uovo marcio,
durante i pomeriggi di partite a calcio.
E mi sentivo male, per quella fabbrica...!
Ma quando vado a Sud, lo trovo tutto a Sud,
in questo grande Sud, il mondo è tutto al sole.
E quando guardo il cielo lo vedo blu,
e quando vado al mare io non capisco più.

Ma la gente di Crotone si rivolge al Creatore,
e Il Potente manda a dire che ci vuole tanta fede.
Fede in quella Santa Donna, faro di Capo Colonna;
Oh Madonna, pensaci tu!, perché il cielo ritorni blu.
A Crotone, a Crotone, appendiamo un cartellone,
una voce che sovrasta l'omertà e la presunzione
di una casta che ci inquina l'aria che è in circolazione;
pittoreschi personaggi senza nome e né cognome.
A Crotone, a Crotone, ora i conti vanno fatti,
perché gli uomini non vanno mai trattati come i ratti!
Tra convegni, appuntamenti, le mazzette e campisanti,
ci sentiamo un poco offesi tutti quanti, tutti quanti...
Milanesi. Siciliani. Romani e Bolognesi. Napoletani... e Calabresi.

Ma quando vado a Sud, lo trovo tutto a Sud,
in questo grande Sud, il mondo è tutto al sole.
E quando guardo il cielo lo vedo blu,
e quando vado al mare io non capisco più.
Copia testo
  • Guarda il video di "Crotone"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più