Venticinquequattro Testo

Testo Venticinquequattro

Vasco Rossi, il Live Kom ‘016 parte da Lignano Sabbiadoro
Oggi non è un giorno come ieri, come domani. Zitti e ascoltare, zitti e ascoltare. Racconta un vecchio grasso, l'impronta ferma - è la memoria - dei suoi sedicianni: "Come mi hanno preso, quante me ne han date, le brigate nere peggio dei tedeschi, le unghie, i capezzoli, i testicoli spappolati, sterile per sempre, sterile per sempre…". Libertà portata in spalla da ragazzi morti molte volte, ragazzi vecchi, i vivi, oggi: memoria, sangue, radici… verità.




Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.