Banshee Testo

Testo Banshee

Sanremo 2016, confermato Carlo Conti alla conduzione
Hai mai udito nel tuo profondo sonno il boato di un motore ultraterreno
Le mani sul manubrio, il suo volto è un teschio grigio con tungsteno nelle orbite gelate
Tra le torri di cemento della centrale nucleare, lungo strade tenebrose
Verso il fiume d'argento nascosto tra i dirupi e nell'urna le spoglie di una giovane regina
Il vecchio che veglia sull'orlo della gola e scuote la montagna con il pugno chiuso
Ha una collana di denti e di lattine vuote e un cane nero come pece
Le insegne luminose dei distributori, le sagome nerastre dei motel
Verso il fiume d'argento nascosto tra i dirupi per gettare là le ceneri di una giovane regina