Il Disertore Testo

Testo Il Disertore

Non c'è una lama che non tagli, un taglio che non faccia male
Non c'è sangue che si possa lavare, ferita che si possa rimarginare
Con il mio fucile costruisco un crocefisso e prego sulle tombe dei nemici
Con la mia bandiera costruisco un aquilone e dimentico le menzogne della guerra
Non c'è una lama che non tagli, un taglio che non faccia male
Non c'è sangue che si possa lavare, ferita che si possa rimarginare
Con i libri sacri di ogni religione innalzo le colonne del mio tempio
Nemici di ogni razza guardate le mie mani, gettate via le armi, io sono il disertore!
  • Guarda il video di "Il Disertore"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più