La Ballata Del Motociclante Testo

Testo La Ballata Del Motociclante

Vasco Rossi, il Live Kom ‘016 parte da Lignano Sabbiadoro
Era un giorno afoso e al lago subito pensai
scesi nel garage e sulla moto mia saltai
presi la strada vecchia per non dimenticar la musica del caro mio mutòr
Mamma ti prego non penar io son motociclante non lo dimenticar
Mamma ti prego non penar io son motociclante che cosa ci vuoi far
Le due ruote sai sono una brutta malattia
quando ce l'hai addosso non se ne va più via
ma io me la godo quest'aria e 'sto rumor me la sento dentro e mi riempie il cuor
Mamma ti prego non penar io son motociclante non lo dimenticar
Mamma ti prego non penar io son motociclante che cosa ci vuoi far
Assolo di chitarra sul giro del ritornello
E ancora e finalmente lascio questa mia città
cercando un po' di vino, vivendo in libertà
se dentro lo specchietto vedo il sole tramontar
io 'sta motocicletta, giuro, la vorrei baciar...
Mamma ti prego non penar io son motociclante non lo dimenticar
Mamma ti prego non penar io son motociclante uoh uoh uoh
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.