(Zucca)2 Testo

Testo (Zucca)2

Amici, ecco i finalisti
niente può tutta la macchina esistente contro il processo che ho innescato, mentre all'ombra del cervello, spuntano brillando bianchi semi piatti / raccolgo ciò che ho seminato mentre cullo con amore il nuovo nato / celebrale tumore mangereccio /ubertoso cucurbito cranico / "il mio amico immaginario è a fusto sdraiato, peloso, cavo, ha foglie grandi e ruvide, e fiori solitari a corolla campanulata,aranciata, frutto di una voluminosa poponide odorosa / niente può il mio unico nemico che è sempre stato qui ad assediarmi con un esercito di cose / cose precisissime / cose insensate, neanchio posso niente/ DISSODO LA NUCA INTERRO LA PIANTA/MI APRO LA ZUCCA E IMPIANTO LA VITA/SENTO LA RADICE DENTRO IL MIO MELONE E NON E' FINITA/LO SENTO IL POPONE MENTRE SI FA SPAZIO/ED E' IL SUO CREPACCIO CHE AVANZA NEL CRANIO/DIRAMA LE FOGLIE COL PIGLIO DEL TARLO/NIENTE PuO' FERMARLO/ SI NUTRE DI ME /Lento e acquoso, allaga il mio buonsenso Spunta di sbieco dalle orbite un virgulto. non mollo l'inutilità.