Gira L'estate Testo

Testo Gira L'estate

Vasco Rossi, il Live Kom ‘016 parte da Lignano Sabbiadoro
Cosa guardi, tu guardi me
Non hai visto anche lui con me
Mentre stringi la mano lo guardi a fondo
Ma tu guardi tu vedi me
E non lo sai
Se ti volti ancora è finita
Se ti volti vengo li da te
Senza niente di buono da dire
Chiudo gli occhi e con le mie dita
Ti percorro, ti percorro se
Non ho niente di meglio da fare
Che restare a giocare

Gira l’estate mi gira un po’
Sui fianchi e sul viso
E’ un disco
Che mi comprerò
Gira l’estate sogno di te
L’amore perverso è un cerchio
Conto fino a tre
Conto fino a tre

Cosa guardi, tu guardi me
Vedi a lui non dispiace se
Se ci vieni a trovare
Quando ti pare
Guardi lui e poi guardi me
E già lo sai
Se ti volti ancora è finita
Se ti volti viene lì da te
Senza niente di meglio da fare
Che restare a guardare

Gira l’estate mi gira un po’
Sui fianchi e sul viso
E’ un disco
Che mi comprerò
Gira l’estate sogno di te
L’amore perverso è un cerchio
Conto fino a tre
Uno non parlare
Due non guardare
Tre baciare
Conto fino a tre

Gira l’estate mi gira un po’
Sui fianchi e sul viso
E’ un disco che ci suonano
Solo in estate quando si fa
L’amore all’aperto
E si vive in un’altra età
In un’altra età

Cosa guardo io guardo te
Cosa guarda lui guarda te
Togli quell’imbarazzo
E lasciati andare
Cosa guardo io guardo te
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.