Nobili Vertigini Testo

Testo Nobili Vertigini

Non è la solitudine che ti fa godere.
Non è l’immagine di un dio che ti fa stare bene.
Ma è l’attesa prima di un grande salto
che ti fa sentire della vita anche il più piccolo odore.
Non è la soglia del dolore che ti rende umano.
O forse pensi che il suo sapore non sia del tutto estraneo?
Ma è decidere se vale più quel passo o rimanere,
che ti fa capire dell’Amore anche il più stupido errore.

Non è lo sguardo rivolto in basso che ti fa andare avanti.
Non è chiudendo gli occhi che tieni i tuoi incubi lontani.
Ma è lavando via lo sporco dalla pelle,
che puoi capire quanto brucia un raggio di sole.

Tempo c’è, e tempo ci sarà.
Ma quanto tempo è passato dall’ultima volta che ho dato valore al tempo,
e adesso non riesco
a seguirlo come un cane segue il suo padrone, anche se è un pazzo.

… nobili vertigini graffiano la schiena, iniettando instabilità.
Come vampiri sazi, all’alba di un nuovo giorno…

Tempo c’è, e tempo ci sarà.
Ma quanto tempo è passato dall’ultima volta che ho dato valore al tempo,
e adesso non riesco
a seguirlo come un cane segue il suo padrone, anche se è un pazzo.

Tempo c’è, e tempo ci sarà.
Ma quanto tempo è passato dall’ultima volta che ho dato valore al tempo,
e adesso non riesco
a seguirlo come un cane segue il suo padrone, anche se è un pazzo.
  • Guarda il video di "Nobili Vertigini"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più