Sotto Zero Testo

Testo Sotto Zero

Jovanotti e Ramazzotti a Napoli: omaggio a Pino Daniele
Guarda che disastro
ho lasciato sul pavimento
Forse ho esagerato ma
io non respiro più
Le mie labbra sono viola e
la mia voce è solo neve
A volte credo di essere
le macerie lasciate da mio padre

Sono qui, sono qui
e con le unghie gratto il ghiaccio
Sono qui, sono qui,
non posso sciogliermi
Sono qui, sono qui
e con i pugni batto al muro
Sono qui, sono qui,
bloccato sotto zero

E' inutile scappare,
ho un bersaglio sopra al petto
Tu mettimi al muro e poi
premi quel fottuto grilletto
Le mie dita sono rigide
e non possono afferrare
A volte credo di essere
le paure vomitate da mia madre

RIT.

Vedi? Allora vedi?
Basterebbe un solo sì
per scaldarmi i muscoli
Senti? Allora senti?
Il mio futuro fa rumore
e a me viene da tremare

RIT.