Bianca Testo

Testo Bianca

Tiziano Ferro annuncia il nuovo album: "Il Mestiere Della Vita"
Sto sopra al maggiociondolo,
chiedendo ad ogni nottola com’è che qui non nevica.
Com’è che gli occhi tuoi dan groppi da far brivido che, sai, si perde il bandolo;
ed io che son funambolo stavolta resto giù.

E nella notte lampi come orchestra silenziosa,
tutto si fa piccolo, anche il falco e la falena.

Depongo la mia spada, non c’è bisogno Dio che adesso tu mi creda tanto son figlio mio.

E pesto sulle foglie, mangio nebbia come pane, saluto l’ombra lunga delle betulle brune.

E dai, portami fiume che vengo via con te.
E dai, portami fiume, ho messo anche il gilet

E la mort l’am’ par ‘na porta ch’la s’vers e ti at s’è d’ad là
Con dü occ, minga da principesa, ma dona, mia dona. (2v.)

E lo spaventapasseri che danza sopra l’argine, mi dice "là c’è musica, di là non c’è bugia".

E sale l’onda chiara, che gonfia le golene, e sale l’onda scura Regina delle piene,
e dai, portami fiume, che vengo via con te.
E dai, portami fiume, ho messo anche il gilet.

E la mort l’am’ par ‘na porta ch’la s’vers e ti at s’è d’ad là
Con dü occ, minga da principesa, ma dona, mia dona. (2v.)
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.