Dimmelo Tu Testo

Testo Dimmelo Tu

Fabio Rovazzi: arriva l’accusa di plagio
  • Guarda il video di "Dimmelo Tu"
La ragione mia la muovi tu.
O dolce compagnia, prolunga il
mio piacere di più!
Cosa posso mai sapere io
di questi affanni miei? Non basta
l'esperienza che ho.
Ti prego dunque amore mio
(dimmelo tu)
se questi assurdi viaggi miei
(dimmelo tu)
arriveranno a porto mai (dimmelo tu)
o astrazioni della mente,
folli fantasmi evanescenti (no),
saranno tutto, saranno niente (no),
forse che lotto inutilmente...
No! (dimmelo tu)
Il solo punto fermo sei
(dimmelo tu)
agli interrogativi miei.
Non portami più a casa tua.
Ma quale forza c'è che mi
costringe a fare così?
In poltrona tu, io resto lì.
Vorrei saperlo anch'io se faccio
bene o male a stare qui.
Ti prego dunque amore mio
(dimmelo tu)
se anche adesso lo so io
(dimmelo tu)
che faccio bene a stare qui
(dimmelo tu)
ma io l'avevo già deciso,
e le tue mani sopra il mio viso (sí),
saranno tutto, saranno niente (sì),
forse che vivo inutilmente.
Sì! (dimmelo tu)
Il solo punto fermo sei
(dimmelo tu)
Il solo punto fermo sei
(dimmelo tu)
Dimmelo tu (dimmelo tu)
Che faccio bene a stare qui
(dimmelo tu)
E il solo punto fermo sei
(dimmelo tu)
Dimmelo tu (dimmelo tu)
Che faccio bene a stare qui
(dimmelo tu)
E il solo punto fermo sei
(dimmelo tu)
  • Guarda il video di "Dimmelo Tu"
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.