Dove Va La Stagione Testo

Testo Dove Va La Stagione

Vasco Rossi, il Live Kom ‘016 parte da Lignano Sabbiadoro
La montagna finita l'estate
Profumava di terra bagnata
Con l'autunno tornarono al bosco
Silenzi di foglie e radici
E le notti di gelo
Le cime coperte di neve
E il richiamo lontano dei lupi alla luna

Con la canna alla bocca
E la mano al bastone (padrone dei fatti)
Con la testa appoggiata a una pietra
E lo sguardo sereno
Un pastore-bambino seguiva qualcosa
Lontano nel cielo e via con la mente
E col cuore

Una sera che il padre
Disteso alla fiamma e alla fonte diceva
"Eh! Potessi arrivare almeno una volta
Alla schiuma e alla brezza del mare"
Lui sognava la tromba e la banda al paese
E una casa davvero e la figlia di Pietro
Teresa dai riccioli d'oro


E i riflessi d'argento
E una macchina bianca
E la faccia severa per dire
"La strada è il segreto dell'uomo
Per vincere il tempo
E questi dannati sentieri"

Ma sui monti ogni sogno finisce
Prima della notte
Si diventa ogni giorno più uomo
Tra le pecore e i cani
A imparare da soli a capire le stelle
E a sapere dal vento dove va la stagione

Piano piano l'incanto svanisce
E rimane un ricordo
Lo sparviero è già alto nel cielo
E sceglie la sua preda
Lui correndo all'altura col cuore alla gola
Punta la sua fionda poi ritorna a guardare
La strada
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.