Andare, Partire, Tornare Testo

Testo Andare, Partire, Tornare

L'autostrada è finita già
manca poco per la città
vado forte perché
sto tornando da te
scorre giù la periferia
tutta uguale nella foschia
e come al solito qui
c'è più nebbia che via
è un rischio correre lo so
però di tempo non ne ho
e la distanza è troppa se
penso a te
penso a te

andare partire, tornare
sentire la strada che entra nel cuore
la radio sempre accesa mi aiuta a pensare mi fa compagnia
ho già la testa a casa

ma c'è un blocco di polizia
è proprio dietro il cavalcavia
vetri rotti qua e la
e l'ambulanza che va
oltre i rottami niente c'è
scendo dall'auto poi mi fermo a guardare
forse è un ragazzo come noi, come me e penso forte a te

andare partire tornare
mi dici a vent'anni chi vuole morire
ma quando ci sei dentro non vai mai a pensare
che capiti a te, oh a te
e ancora andare partire tornare
ognuno ha qualcuno che sta ad aspettare
e io non vedo l'ora ti voglio toccare
capire non puoi, voglio esser certo che ci sei

e c'è la luce lassù
e c'è un ombra sei tu
farò le scale due a due
due mani le tue

andare partire tornare
già dormi ti poso un orecchio sul cuore
lo sento mentre batte e pian piano scompare
quest'ansia che ho,
quest'ansia che ho

ho in testa quella macchina
quel lampeggiare
ci penso e non so
se questa notte
dormirò
Copia testo
  • Guarda il video di "Andare, Partire, Tornare"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più