Serenità Testo

Testo Serenità

Vasco Rossi, il Live Kom ‘016 parte da Lignano Sabbiadoro
Coi segni della vita addosso cambiamo realtà:
ci nascondiamo in quel che adesso chiamiamo maturità.
Eppure si vorrebbe riavvolgere la vita
e certe volte sento che la magia è finita,

quando ascolto una canzone di qualche anno fa
o passano in televisione vecchie pubblicità;
se ripenso a come sapevo anche aspettare
e adesso non c'è il tempo nemmeno di parlare.

Poi a volte fermo il mondo, si, e in quelle sere affondo.

C'eri tu serenità ora chissà in che cielo sarai.
Perché non voli più qua? Mi rivedrai, tu non mi perderai.

Ed ora che è di nuovo agosto là fuori, chissà,
qualcuno ha preso il nostro posto persi in questa città.
E resto qui a pensare che forse era migliore
il tempo in cui eravamo noi in quella situazione.

No, perché io mi nascondo? So che non ci credo in fondo.

C'eri tu serenità ora chissà in che cielo sarai.
Perché non voli più qua? Mi rivedrai, tu non mi perderai.

Ma una bella giornata s'è accesa da sé
un amico per strada: “ti ricordi di me?”.
Parliamo e sullo sfondo colori che non vedo mai
e adesso guardo intorno ti cerco e so che arriverai.

Dove vai, serenità? Fermati qua, non andartene dai.
Chiudi le ali e chissà, se riuscirò a non perderti mai
C'eri tu serenità.
Chiudi le ali e chissà, mi rivedrai
tu non mi perderai, non mi perderai
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.