Saluto L'inverno Testo

Testo Saluto L'inverno

Vasco Rossi, il Live Kom ‘016 parte da Lignano Sabbiadoro
È bastata una notte da sola un risveglio da sola
Per sentire
II profumo intenso dell'estate
Mi ritrovo a curiosare tra le pagine di un libro
Sull'interpretazione dei sogni
Sfuggendo vigliaccamente ad un allegro
delitto e castigo

Ecco la novità
Al mio risveglio è arrivata da un altro pianeta Un'insolita ebbrezza
è la curiosità
Un fervido impulso iI motivo di un viaggio perenne
Uno sguardo al di là
Del sistema solare

È passato l'inverno lasciandomi addosso il ricordo
Di un saluto
E il sapore incerto del passato
E non sono più legata alle abitudini di un tempo
E nemmeno malinconica
Ma vivo perfettamente in equilibrio
Tra il cielo e l'inferno

Ecco la novità
Al mio risveglio è arrivata da un altro pianeta Un'insolita ebbrezza
è la curiosità
Un fervido impulso Il motivo di un viaggio perenne
Uno sguardo al di là

Mentre saluto l'inverno
E l'attesa è insostenibile

-Solo-

Ecco la novità
Al mio risveglio
È la curiosità
Un fervido impulso iI motivo di un viaggio perenne
Uno sguardo al di là
Del sistema solare È la novità
Del sistema solare È la novità
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.