Canapa Blues Testo

Testo Canapa Blues

Amici 2017: le novità della prossima edizione
(Testo e Musica: S. Ferraro)

Fumo spesso marocchino
cominciai già da bambino
se sto steso sul divano
non disdegno er pakistano
ce so' giorni in cui me sento
de avanza' certe pretese
sono i giorni in cui ner cesso
fumo erba calabrese
saran belli gli occhi verdi
saran belli gli occhi blu
ma le canne, ma le canne
a me piacciono de più
se dal Congo, l'est, l'oriente
l'asia, l'islam, il mondo intero
la dubbia provenienza
rende il sogno mio più vero
spalancate quei confini
e lasciate qui venire
queste favole e magie
questo incrocio di etnie
mille razze, mille ebbrezze
mille tipi di carezze
più cultura di colture
mai più piante pure

Mi fornisco lì da Hazovic
non disdegno Cin Ciun Cian
anche all'erba del Braciola
'na tirata ja poi da'
costruiamo un solo mondo
senza limiti di lingue
è il rapporto gusto/prezzo
il valore che distingue
spalancate quei confini
e lasciate presto entrare
queste favole e magie
questo incrocio di etnie
mille razze, nuove essenze
più sballate le coscienze
più cultura di colture
mai più razze pure
e alla fine de ogni giorno
io mi sento sempre uguale
se me guardo tutto intorno
nun c'è bene e nun c'è male
e do l'urtima tirata
a una sigaretta vera
che me fa dritto sognare
il mondo senza 'na frontiera
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.