La Canzone Di Finella Testo

Testo La Canzone Di Finella

Sedute 'nderre da josce
gioken o' sole lë uagnune,
je pense a storie passate
kaë st'ecchie annë vëssute,
u tiembe jore je cangiate,
lë manë s'anne regate,
jeven vocche de rose
la dì ka me ne sciëbbeke spose.

Marenare
mezz'a lu funne de lu (mare)
Marenare
e quanne storie e quanne ammore
portate 'mbrazze a kusse sole
ka dure u spazie de na canzone.

E quanne dije so' passate
a dorme 'mbacce a nu mure,
velite sgagliozze, accattate,
mezz' o pane cchiù dure;
u vinde da sotte s'av alzate,
porte la vosce de le criature,
Finella, 'sta notte je passate
maritte a kaste je tërnate.

Marenare
mezz'a lu funne de lu (mare)
Marenare
e quanne storie e quanne ammore
portate 'mbrazze a kusse sole
ka dure u spazie de na canzone.
Copia testo
  • Guarda il video di "La Canzone Di Finella"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più