La Malatedda Testo

Testo La Malatedda

Donne ce stè affacciate a la finestre
Famme sta grazie: no te ne trasire!
Sciogliete le capidde de la tua trecce
Mienele abbasce ch'agghie da salire!

'A malatedda meje
'a malatedda viene
'a malatedda meje
turdaredde
statte cu me

A malatedda meje, la malatedde
No jè de morte la to malatie!
Viene, e statte cu me na settemane
T'a fazze passà je sta malatie!

La turdaredde hà persa la cumpagne
E tutte le giurne vé malancunose.
Addò vede acqua chiare, addà se pose
Po se la beve totta 'ntruvulose.
Copia testo
  • Guarda il video di "La Malatedda"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più