Mery Testo

Testo Mery

Proprio l'altra sera
A so nà catare me morosa da
Peschiera
La compiva i ani
E ghe go fato un bel regalo:
2 galine, un muso e anca un galo
Ela me ringrasia,
la me core incontro, ma sucede na
disgrasia
la ghe sbrisia insima na boasa del
somaro,
e la va finire 'ntel luamaro
RIT: "Mery te ghè da fare i mestieri,
te ghè smerdà tutti i veri,
e deso te'i neti ti!!!"
Tote su la secia,
neta in presa e dopo meti i brocoli 'ntea tecia
che mi intanto vo catare me morosa vecia
parche' la ga 'pena avudo un bocia
RIT: "Mery , no sta mia avere pensieri,
te gò ciavà anca ieri
e deso nol tira più"
La me ga sfondà i maroni
Par do ore e mesa la me ga sidià
Ghe go dà do stamuxoni,
la xe restà in pie sta vaca,
ghe go da'ntel muso na saraca
RIT: "Mery , no sta mia avere pensieri,
te gò ciavà anca ieri
e deso nol tira più"
So na catare la Mery,
che la gaveva i pensieri
e deso non li ga più


LEGENDA:
Boasa: sterco di vacca
Luamaro: Montagna di Boase
Smerdà: imbrattato, sporcato di merda
Stramuxoni: schiaffi, ceffoni
Copia testo
  • Guarda il video di "Mery"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più