La Facciata Testo

Testo La Facciata

È scrostata un po'
Da stagioni e venti
Ammaccata per i sentimenti...
Gli eventi...
Un amico va,
Qualcun altro torna...
Chi credevi onesto è una carogna!
Questa facciata
Nasconde una vita,
Ma più di tanto,
Ingannarti non può...
Puoi fare il punto
Di quello che è stato,
Il sole ha già bruciato e
La pioggia che è passata su di te...
Signore si, davvero un signore,
E più è potente, più infido è.
Quanti segreti
Fra quattro pareti.
Signore, io non ci giurerei!
L'esterno tiene, si,
Basterà un sorriso
E una mano di colore
Più acceso...
Sul viso!
Ma non sai
Le coordinate della vita mia,
Per ogni storia andata in gloria e via,
Perché ogni ruga
Ha un nome
Ch'io soltanto so
E a stento nascondo...
Che ne sai
Se quel che appare è quel che credi tu
O non piuttosto un bel sipario blu.
Con dietro un uomo che non ha smaltito
Le vecchie ferite...
Le antiche offese ...Ma Si!
Le sento qui!
E la facciate
Che vuole la gente,
Quella che il mondo
Pretende da te...
Ma basta un niente,
E l'intonaco cede...
E dietro la facciata, che c'è ?!
Non lo sai,
Treni perduti o non partiti mai,
Fantasmi di un'infanzia che vorrei
Dimenticare ad ogni costo ma poi
Il tempo non basta...
Non lo sai
Che mai c'è dietro e chi nasconderai!
Vecchie passioni
Stanche ipocrisie
Coscienze logore
Nel fingersi così
Così immacolate
Copia testo
  • Guarda il video di "La Facciata"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più