Metrò Testo

Testo Metrò

Evasione, Gianna Nannini patteggia un anno e due mesi
Vieni a casa mia, vieni a casa mia: ti piacerà! Vieni a casa mia, farlo sul metro è una follia. A me va di stare comodo steso sopra la moquette. Con l’impianto quadrifonico. La vestaglia di paillettes. Strana come sei, non accetterai questa mia idea Vieni a casa mia, non funziona qui, davanti a zia. Come sei viziata e isterica, ami la pubblicità. Serve un’atmosfera facile, per la nostra intimità. Su un vecchio taxi, ti strapazzo, ti strapazzo se vuoi! Nel centro città, ti strapazzo, ti strapazzo se vuoi! Sul campo di golf, ti strapazzo, ti strapazzo se vuoi! Al nucleo di polizia! Vieni a casa mia, vieni a casa mia: ti piacerà Vieni a casa mia, farlo sul metro, è una follia.