Ricreazione Testo

Testo Ricreazione

Gli album più attesi alla fine dell'estate: da Ligabue a Vasco
Ma cosa avranno i bambini
teneri e docili un attimo fa
evasi dai pannolini sono qua.
Vengono avanti decisi
la favoletta non li fermerà
con che li avete svezzati chi lo sa.
Vuoi o non vuoi li affronterai
armati di cerbottane
marciano verso di noi
Vuoi o non vuoi
è guerra ormai
Promettigli che non li sfrutti più
che non li sevizi ne li violenti tu
piccoli geni
senza volontà
non hanno più sogni.
Poi tu chiamali bambini se vuoi
sospetti e circospetti intuiscono già l'inganno
Poi carezze e caramelle ne avrai
ma loro sanno bene le mire che hai
nuove mamme improvvisati papà
e giù ninna nanne bromuro e camomille
Infanticidio! Come vi odio!
La delusione la rabbia
son sempre loro che pagano poi
la culla come una gabbia vivono.
Vuoi o non vuoi son figli tuoi
A parte il sesso ed il nome di loro cos'altro sai
Cos'altro sai
Erediteranno i silenzi tuoi
fallito un amore che accadrà di lui
quando direte che non somiglia a voi
Sorprese ne avrete.
Poi la mente è più bambina di noi
le colpe adulte certo non saranno mai candore
Poi torniamo bambini anche se
la forza di specchiarci in quegli occhi non c'è
ecografia femmina o maschio che sia
c'è ancora chi spera
Chi questa vita onora. Ancora
Vogliamo crescere ancora. Ancora
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.