Canzone Dell'Archivista Testo

Testo Canzone Dell'Archivista

Fabri Fibra condannato per aggressione: colpì un ragazzo con un microfono
Scarica la suoneria di Canzone Dell'Archivista!
Guarda il video di "Canzone Dell'Archivista"

Ar porto vecchio ggià ss’è ffatto bbuio,
a sta’ qqui ddentro ce divento matto,
parlo da solo pe’ famme coraggio,
più scavo a ffondo e più esce fori er marcio.
Che ccerte vorte è mmejjo stasse zzitti
e confidasse solo co’ll’inzetti.
Io nun zò er tipo che ppò ddà cconzigli,
ma stade attenti a vvoi e a li vostri figli…
Nun fadeli studià, nun fadeli penzà,
sarà una vita de ggiojja e ffelicidà.
Nell’ignoranzidà lasciadeli sguazzà,
fàdejje ’sto regalo de ggiojja e sserenidà.
So’ ssolo un zervidore dello Stado,
m’hanno spedido a ffà quest’inventario,
ma fra ’ste carte come in un pagliajjo
poi capita che l’ago io lo drovo.
Ma è mmejjo nun zapé, no, nun t’andà a impiccià,
perché ’sta storia qqua è troppo granne pe’ tte.
Ma è mmejjio nun zapé, ma chi te lo fa ffà,
ma io ’sta storia qqua la vojjo raccontà.

Scarica la suoneria di Canzone Dell'Archivista!
Lascia un commento