Testamento Testo

Testo Testamento

Me piacerebbe d'esse seppellito,
magara doppo morto, in cima a un colle,
senza la cassa, a pelle cò le zolle,
in pizzo ar mare, limpido e infinito.

E ar posto della croce un arberello,
che sia piantato sull'istessa tera,
de limone, così che a primavera,
quanno er mare è più liscio e brillarello,

se spargerà er profumo tutt'attorno,
vieranno le farfalle cò l'ucelli
a sugamme li fiori tenerelli
e sarò alegro, giorno doppo giorno...

e allora canterò: "Fior de limone...
la vita è un soffio, un mozzico, un sospiro,
cò la morte diventerà un respiro,
un profumo, 'na brezza, 'na canzone".
Copia testo
  • Guarda il video di "Testamento"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più