Quattrodieci Testo

Testo Quattrodieci

Gli album più attesi alla fine dell'estate: da Ligabue a Vasco
Una notte sbagliata
uno schianto, l'oscurità.
Una curva sbagliata
una sorte, l'oscurità.

Un lenzuolo di pietra
Un domani che non verrà
La mia rabbia è scolpita
E ora non mi abbandonerà.

Mentre piango i tuoi occhi
Io ti cerco dentro di me.

Per sentirti più forte
Per urlare più forte
Per soffrire più forte
E respirare più forte
Per amare più forte
Per colpire più forte
E abbracciare più forte

Tutto il tempo che resterà.

La tua stella si spegne
La sua luce viaggia con me
La tua mano è già fredda
Il suo tocco viaggia con me.

C'è un tesoro segreto
Negli abissi dell'anima
Nel tuo volto perduto
Nella rabbia che esploderà.

Per sentirti più forte
Per urlare più forte
Per soffrire più forte
E respirare più forte
Per amare più forte
Per colpire più forte
E abbracciare più forte

Tutto il tempo che resterà.

Per amare più forte
Per colpire più forte
E abbracciare più forte

Tutto il tempo che resterà.
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.