Ancora Testo

Testo Ancora

Giunto a conclusion
Di ansiosi addii e statiche riflessioni
Noto all'attenzion
Di sciatti coerenti sudici e guardoni
Che scagliano via e presenzian rigor tra la gente raccolta
A guardar lontano da sè mentre mi alzo via
Ancora una volta

Corro a ripartir
Girovagando tra apparenze oscene Di chi costruì vento randagio con le palle piene
E a chi la ragion del mio salutar
Come sempre ora ignora
Sento che ciò che ora mi manca è di esser lontan
Una volta ancora

Tra odi negate d'attimi uguali
Asciugate agli albori
Ho sprecato disgusto
Per genti uguali ma a intenti peggiori
E per assaporar balli non paralizzati a un'irata dimora
Parto nell'idea di non voltarmi mai più
Una volta ancora.
Copia testo
  • Guarda il video di "Ancora"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più