La Torre Testo

Testo La Torre

Marco Mengoni: il nuovo disco esce a gennaio
Scarica la suoneria di La Torre!
Guarda il video di "La Torre"

Lieto riconduco l'anima al suolo del mio antico porto
Tra invisibili note di un fagottone rilassato al suono di un legittimo canto distorto
Dall'esilio dell'immaginazione
Vagai tra gente e terre che mi hanno adottato
E in cambio di una risata e chi di storia
Lungo le strade di una saggezza dimenticata
D'indomabili notti calde di gloria
Paladini di antichi scranni spolverati a novella a parvenza
Arruolati da sciocchi predicatori nella gogna dei prestigiatori non c'è differenza
Tra le nuvole e le illusioni
Domatori di voti grazie ma di finte battute non so campare
Chiedo scusa ma è tardi e per le mie strade un'altra storia sta ad aspettare
Perchè dentro la torre non ci so stare
Perchè dentro la torre non ci so stare
Quindi riconduco il cuore lontano da quel vecchio porto
Dove non c'è posto per un buffone lieto e saldo sull'equilibrio di un fato risorto
Ma lontano dall'illusione
Se un domani l'istinto mi ammonirà
Che un circo instabile in delirio di libertà
Segue un richiamo di antiche glorie lungo un sentiero dimenticato per risalire
Per chi ha ancora fiato per ripartire
Domatori di voti grazie ma di finte battute non so campare
Chiedo scusa ma è tardi e per le mie storie un'altra srada sta ad aspettare
Perchè dentro la torre non ci so stare
Perchè dentro la torre non ci so stare

Scarica la suoneria di La Torre!
Lascia un commento