Un'idea Testo

Testo Un'idea

Figli di un tempo fin delegato
Nella cittа malata di percosse
Tra scellerati che avete armato
Che abbandonate come niente fosse
Ora è il momento da voi mai udito
Dove quello che avete costruito
Vi chieda se è valsa la pena
Nascondere un'idea nel fondoschiena
Voi camerieri del qualunquismo
Alfieri del più cieco masochismo
Convinti ancora di far poesia
Cacciando un fare in culo e così sia
Vi lascio un soffio che controvento
Non lanci piume che ci cadon dietro
Nell'incombenza ora matura
Di unirci ad un'idea che fa paura.
Copia testo
  • Guarda il video di "Un'idea"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più