Promiscuità Testo

Testo Promiscuità

Che siamo fuori si sa, ma quanta bellezza quanta promiscuità
Intorno a una sedia a un divano rosso, sulle ali del sesso con il fiato addosso
Ci parliamo sul collo vicino all' orecchio, siamo dieci ma il gusto ci sembra lo stesso
Con le facce distese e l'espressione molesta si tira la corda
Le gambe abbronzate, le tette sudate le mani sul culo
Gli sguardi che crepano persino il muro
Niente legami ma solo affetto questione di letto
Questione di sigarette fino alle sette e poi nulla più
Ma quanto nero che c'è intorno agli occhi sulle barbe e le magliette
Con il rosso che passa dalle labbra ai colletti da un bicchiere di vetro a un bacio nel cesso
Ci teniamo le mani se la luce si abbassa e si alza la voglia
Le gambe abbronzate, le tette sudate le mani sul culo
Gli sguardi che crepano persino il muro
Niente legami ma solo affetto questione di letto
Questione di sigarette fino alle sette e poi nulla più

Copia testo
  • Guarda il video di "Promiscuità"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più