La Testa Sui Binari Testo

Testo La Testa Sui Binari

Marco Carta sarà un naufrago dell'Isola dei Famosi 2016
In queste tempeste di città
la testa di qualche anno fa
su di un marciapiede mi spavento
dei prezzi di un ristorante
e la mia chitarra chi ce l'ha
mangiata dal Monte di Pietà
tre gettoni perché non si sa mai
tante volte chiamasse lei
tante volte chiamasse lei
e lo stomaco vuoto era il solo invito
a non andare giù
e delusi genitori da ingannare sempre più
la cambiale sembra esistenziale quando va così
e decisi che non era male che finisse lì
Con la testa sui binari con la testa sui binari
quando vidi un'ombra contro il cielo blu
ali piccole e leggere ma non era un ferroviere
ho capito che era solo un cielo blu
un bel cielo blu un incantato cielo blu
come poi non ne ho visti più
un incantato cielo blu
In queste tempeste di città
di un bianco Natale mesi fà
appoggiandosi al vetro con la fronte
c'è un ragazzo che sogna un ristorante
la prima chitarra se ne va
mangiata dal Monte di Pietà
ragazzo lo so quando si sogna
mangeresti anche una spugna
mangeresti anche una spugna
e lo stomaco vuoto fa parte del mito dell'artista
basta che
l'appetito non diventi invito a non sperare più
no ragazzo stare soli è un pozzo da buttarsi giù
cerco fuori e c'è soltanto l'aria di un bel cielo blu
Con la testa sui binari con la testa sui binari
quando vidi un'ombra contro il cielo blu
ali piccole e leggere ma non era un ferroviere
ho capito che era solo un cielo blu
un bel cielo blu un incantato cielo blu
come poi non ne ho visti più
un incantato cielo blu
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.