Do Stell Hotel Testo

Testo Do Stell Hotel

Gli album più attesi alla fine dell'estate: da Ligabue a Vasco
G'hann piantaa chì in quest'hotel
Che se l'è tantu al g'ha do stell
Senza vestii, senza cuvèrt
L'è l'ünic che da Nòcc l'è vèrt

Cumè l'è frecc in quest'hotel
E par scaldass gh'è dumà la pell
Strengiala fort cun i tò man
Specium che ul Suu ris'ciara i nüm

E l'è inscì che la deef nà
Denta chì l'è la mia cà
Quest'hotel
Anca senza respirà
Sèraa denta in dal nost fiaa
Do stell

Sa fann mia scünt in quest'hotel
O sa paga o fö di ball
E ta devat mia pagà par me
Se devi nà l'è inscì che l'è…

Vegn sü de me e varda fö
Da la finestra dal tò cöör
Questu ciel
E vedaret un mar da blö
Ma tal seet che prima o pö
Rivaran i stell

E semm tütt già denta chì
Chi è che al vöör no e chi è che al vöör sì
Chi è che al pianc e chi è che al riit
Chi è che al diis che lü l'è bun
E pö gh'è gent che möör de famm
E al g'ha dai gnanca una man
Ganca un tuchett da pan
Però lü l'ha mai rubaa…
Che cazzo feet se ta g'het famm?
Se par maià devat rubà
Pröva a dì che l'è sbaglia…
Toc da merda in cravata
Cui dannee denta la pata
Tirat fö gnanca cinc ghei
Parchè i henn negri e i henn ebrei…
E pö magari al riit e al diis
Che al và in gesa cul suriis
Par sentiss ul püsee bun
Cun 'na man sura i cujun
L'è questa gent che la fa pianc
Che la faa pianc anca sanc
Questa gent che quala ul ciel
L'è questa gent che smorza i stell
Da quest'hotel

Do Stell Hotel...
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.